Il Tirreno

Empoli

Calcio

Nasti: forza e velocità per l’attacco Stankovic per “murare” la porta

Un intervento di Elia Caprile, il portiere dell’Empoli tornerà a Napoli dopo una stagione passata al Castellani
Un intervento di Elia Caprile, il portiere dell’Empoli tornerà a Napoli dopo una stagione passata al Castellani

Empoli. Il nuovo ds Gemmi potrebbe portare in azzurro il bomber cresciuto nel Milan. Con il ritorno di Caprile a Napoli avanza l’ipotesi dell’estremo difensore della Samp

10 giugno 2024
3 MINUTI DI LETTURA





EMPOLI. In attesa del primo vertice tra il presidente Fabrizio Corsi, il nuovo direttore sportivo Roberto Gemmi e il mister Davide Nicola, si aspettano con impazienza anche le prime mosse di mercato in casa Empoli. Tra spifferi e indiscrezioni, cominciano a trapelare i primi nomi.

Per l’attacco pare che l’Empoli sia sempre più sulle tracce di Marco Nasti. Nato a Pavia nel 2003, Nasti è cresciuto nel Milan, poi l’allora ds Gemmi riuscì a portarlo a Cosenza dove si rese protagonista di un’ottima stagione, condita da due reti negli ultimi tre minuti di Cosenza-Reggina, il derby giocato al “Marulla” il 28 febbraio 2023 e deciso nei minuti di recupero dal centravanti, entrato in campo al 70’. Dopo ventisette presenze e cinque reti con i cosentini, la scorsa stagione Nasti è passato, sempre in prestito, al Bari, ancora in cadetteria: trentotto le partite giocate con i Galletti, sette le reti realizzate e due gli assist, a coronamento di una stagione che l’ha visto migliorare ancora sotto il profilo tecnico. Fisico, corsa, senso del gol, le doti che ogni allenatore vorrebbe per una punta e un futuro tutto da scrivere. Che sia arrivata per lui l’ora della chiamata in A dopo due anni a farsi le ossa in B? L’Empoli è senz’altro alla finestra. E l’arrivo di Gemmi in città, suo ds due anni fa a Cosenza, non farebbe che accelerare questa eventualità.

L’Empoli poi deve urgentemente risolvere il nodo portiere, stante il fatto che Elia Caprile farà ritorno al Napoli dopo l’ottima stagione in Toscana. Compito non affatto facile sostituirlo fra i pali, ma una prima trattativa per accaparrarsi un valido numero 1 il club empolese la starebbe imbastendo con Inter e Sampdoria, società con cui sono sempre esistiti ottimi rapporti. Il primo nome per riempire la casella “portieri” sarebbe quello di Filip Stankovic. Serbo, classe 2002, figlio dell’ex stella nerazzurra Dejan. Cresciuto nell’Inter, nel 2021 viene girato in prestito al Volendam nella Serie B olandese, dove centra la promozione in Eredivisie. Dopo due anni nei Paesi Bassi fa ritorno in Italia e nell’ultima stagione era uno dei punti fermi della Sampdoria di Pirlo. Il club blucerchiato vorrebbe confermarlo, ma non è escluso che l’Inter, società che ne detiene il cartellino, preferisca per lui una stagione presso un club di Serie A. Quale società migliore dell’Empoli, fresca di salvezza, un ottimo trampolino per lanciare nuovi talenti nella massima serie nazionale?

Rimanendo sempre nel capitolo portieri, non sono affatto già stabilite le gerarchie in porta della Nazionale. Non è infatti così scontato che Donnarumma sia la prima scelta nelle gerarchie di Spalletti. Stanno infatti salendo negli ultimi giorni le quotazioni di Guglielmo Vicario, fresco della sua prima stagione in Premier League con il Tottenham, arrivato quinto in campionato. Il friulano, due stagioni con l’Empoli in A dal 2021 al 2023, ieri sera è tornato sul manto del “Castellani” per la prima volta con la maglia azzurra della Nazionale. L’anno appena concluso in Inghilterra ha contribuito senz’altro alla sua crescita e sta attraversando un ottimo momento di forma. Sarebbe insomma pronto, qualora ne capitasse l’occasione, a raccogliere la sfida da titolare, sebbene non sia facile scalzare nelle gerarchie capitan Donnarumma. Il tecnico di Certaldo sicuramente saprà a chi affidare le chiavi della porta azzurra, tenendo tutti sulle spine fino all’ultimo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA


 

Primo piano
La tragedia

Con il gommone contro gli scogli: muore un giovane ufficiale toscano della Marina