Il Tirreno

Empoli

Empoli. Ismajli e Accardi nel mirino. Il Napoli studia lo shopping estivo

di Francesco Bartalini
Ardian Ismajli: il procuratore del difensore dell’Empoli ha confermato una trattativa con la società di De Laurentis che lo vorrebbe a Napoli
Ardian Ismajli: il procuratore del difensore dell’Empoli ha confermato una trattativa con la società di De Laurentis che lo vorrebbe a Napoli

A fine stagione anche Caprile potrebbe rientrare nel club partenopeo

26 marzo 2024
3 MINUTI DI LETTURA





EMPOLI. Torna in campo oggi pomeriggio l’Empoli per cominciare la settimana che porterà gli azzurri a sfidare la capolista Inter lunedì sera. Mister Davide Nicola, visto appunto che la trasferta di San Siro è in programma a inizio della prossima settimana, ha deciso di concedere anche ieri come giorno di riposo in più alla sua squadra. In attesa del ritorno a Empoli nei prossimi giorni dei vari azzurri convocati con le rispettive Nazionali, il tecnico di Luserna San Giovanni lavorerà con chi è rimasto a disposizione per poi andare a inserire seduta dopo seduta chi farà rientro nel quartier generale empolese. L’obiettivo è quello di preparare al meglio una sfida che sulla carta vede nettamente favoriti i nerazzurri di Simone Inzaghi. Per fare bene a San Siro, l’Empoli avrà bisogno di una grande prestazione innanzitutto a livello difensivo. Finora, l’Inter ha segnato 71 reti in 29 giornate, con una media di gran lunga superiore ai due gol realizzati a partita. Senza timore di essere smentiti, tra gli azzurri che potrebbero avere un ruolo decisivo nel fermare Lautaro Martinez e compagni c’è sicuramente Elia Caprile, che in questi giorni è salito alla ribalta delle cronache calcistiche internazionali per una statistica davvero interessante. Secondo il portale Wyscout, Caprile è il portiere Under 23 con la miglior media di gol evitati in tutta Europa tra quelli che hanno giocato quest’anno almeno 1.000 minuti. In questa speciale classifica, l’estremo difensore classe 2001 è di gran lunga davanti a tanti altri colleghi di reparto più o meno suoi coetanei. Alle spalle di Caprile, che ha una media di 0,46 palloni che grazie a lui non sono finiti oltre la linea di porta dell’Empoli ogni 90’, ci sono Filip Jørgensen (classe 2002) del Villarreal con 0,17 e Giorgi Mamardashvili (classe 2001) del Valencia con 0,16 gol evitati a partita. L’unico altro italiano nelle prime posizioni è il classe 2000 dell’Atalanta Marco Carnesecchi, quinto con 0,13. Numeri alla mano, la crescita esponenziale di Caprile è sempre più sotto gli occhi di tutti. E se da un lato c’è un Empoli sempre più contento di poter schierare tra i propri pali un ragazzo così promettente e già così in grado di essere decisivo in positivo dopo nemmeno una stagione intera di Serie A, dall’altro c’è un Napoli che ha in mano il cartellino del giocatore e che sta sicuramente facendo i salti di gioia pensando a quando Caprile vestirà la maglia dei partenopei. Ma l’ex Bari potrebbe non essere l’unico giocatore che quest’estate si metterà in viaggio da Empoli a Napoli per trasferirsi nella società del presidente De Laurentiis. Ieri pomeriggio Serxhio Mezi, intermediario di Ardian Ismajli, ha infatti confermato le voci che vorrebbero il difensore albanese molto vicino ai partenopei. «Ismajli – ha dichiarato Mezi – vorrebbe fare uno step in avanti nella sua carriera. Stiamo lavorando a questa trattativa con il Napoli da gennaio. Per il momento non possiamo ancora parlare di cifre, perché la trattativa non è ancora conclusa, ma posso dire che a oggi il Napoli è avanti rispetto a tante squadre interessate a Ismajli, come per esempio Genoa e Sassuolo». E l'asse tra Empoli e Napoli potrebbe non fermarsi ai giocatori, ma allargarsi anche a chi sta dietro le quinte. Non è un segreto che il nome di Pietro Accardi sia nuovamente tornato di moda come possibile prossimo ds dei partenopei. Già la scorsa estate, Accardi era stato accostato al Napoli, ma poi fu lo stesso Accardi a smentire tutto per continuare a ricoprire il ruolo di ds a Empoli e scrivere un’altra pagina di storia con gli azzurri. Nel caso in cui Accardi decidesse di salutare gli azzurri, l’Empoli potrebbe sostituirlo con Roberto Goretti, ex dirigente di Perugia e Cosenza e ora ds della Reggiana in Serie B.


 

Le ultime
L’indiscrezione

«Troppa frociaggine nei seminari»: la frase choc di Papa Francesco