Il Tirreno

Empoli

Empoli. Si sblocca l’affare Niang. L’ex Milan è un attaccante azzurro

M’Baye Niang (al centro) con il ds dell’Empoli Pietro Accardi (a sinistra) e il procuratore Crescenzo Cecere (foto gianlucadimarzio.com)
M’Baye Niang (al centro) con il ds dell’Empoli Pietro Accardi (a sinistra) e il procuratore Crescenzo Cecere (foto gianlucadimarzio.com)

Via libera dall’Adana Demirspor: superata la concorrenza di Genoa e Verona

31 gennaio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





EMPOLI. M’Baye Niang è un nuovo calciatore dell’Empoli. È arrivata ieri, dopo intensi giorni di trattativa, il via libera per l’arrivo dell’attaccante ventinovenne, ex Milan, Genoa e Torino, in azzurro. Niang ha svolto nel pomeriggio le visite mediche di rito, mentre la fatidica firma è stata messa in serata. Si concretizza, dunque, un’idea di mercato nata soltanto poche settimane fa nella “stanza dei bottoni” empolese, ma che ha velocemente convinto tutto lo staff fino ad ottenere l’ok definitivo da parte della punta franco-senegalese, corteggiata anche da altre squadre di Serie A (in primis Genoa ed Hellas Verona), e dal suo ormai ex club di appartenenza, l’Adana Demirspor (Super Lig turca), convinto da un indennizzo di circa 250mila euro per l’acquisto a titolo definitivo. Nato il 19 dicembre 1994 a Meulan-en-Yvelines, comune di poco meno di novemila abitanti ad un’ora di auto da Parigi, Niang cresce nelle giovanili di Poissy e Caen, arrivando a debuttare in Prima squadra con i rossoblù della Normandia. Poi, nel 2012, l’approdo in Serie A. A mettere le mani sul promettentissimo attaccante (inserito in quell’anno nella lista dei migliori calciatori nati dopo il 1991 stilata dalla rivista specializzata Don Balon) è il Milan, dove vive ben tre avventure inframezzate dalle parentesi in prestito al Montpellier al Genoa. La stagione 2017-2018, con la maglia del Torino, è l’ultima in Italia: dopo 107 presenze, 17 gol e 13 assist (oltre ad alcune peripezie fuori dal campo) Niang lascia la massima serie italiana per far ritorno in Francia, al Rennes, mettendo insieme 64 presenze e 22 gol. Dopo un breve trascorso all’Al Ahli passa al Bordeaux e poi all’Auxerre, dove ritrova minuti e via del gol, fino ad accettare la chiamata dalla Turchia l’estate scorsa. Nella prima metà della stagione in corso, nel club allenato fino alla passata stagione dall’attuale ct della nazionale turca Vincenzo Montella, si è reso protagonista con 8 gol in 16 presenze. Quello che arriva ad Empoli, dunque, è un calciatore ormai navigato e, seppur da valutare nuovamente in un campionato più competitivo come la Serie A, in grado potenzialmente di rappresentare una fondamentale arma in più nella missione salvezza degli uomini di Nicola. Punta centrale di ruolo dotata di eccellenti doti atletiche ed una spiccata duttilità, Niang ha ricoperto con costanza in carriera anche le posizioni di esterno offensivo su entrambe le fasce e di seconda punta. Questa sua caratteristica lo rende un possibile “jolly” avanzato nel 3-5-2 di Nicola, affiancabile sia ad un centravanti di peso come Alberto Cerri o ad un “nove” d’area come “Ciccio” Caputo, sia da utilizzare come riferimento vero e proprio supportato dai vari Tommaso Baldanzi, Nicolò Cambiaghi o Matteo Cancellieri. Con l’ingaggio di Niang (secondo colpo in attacco del ds Pietro Accardi dopo Cerri) dovrebbe chiudersi il mercato in entrata dell’Empoli, mentre potrebbero palesarsi alcuni aggiornamenti last-minute in uscita. Il nome caldo è quello di Razvan Marin: il centrocampista rumeno classe 1997, di proprietà del Cagliari, non ha convinto in questa stagione in azzurro e sulle sue tracce si è mosso l’Anversa, campione di Belgio. Per lui potrebbe profilarsi un ritorno nella massima serie belga dopo aver vestito la maglia dello Standard Liegi dal 2017 al 2019. Suonano invece da Roma, sponda Lazio, le sirene di mercato per Nicolò Cambiaghi, sebbene la società del presidente Fabrizio Corsi non appaia tentata dall’idea di lasciar partire l’esterno offensivo classe 2000. Giungono conferme, infine, per quanto riguarda la permanenza, quantomeno fino al termine della stagione, di Tommaso Baldanzi. Il fantasista proverà a guidare l’Empoli ad una storica salvezza, adesso con un Niang al suo fianco in più.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
Viabilità in tilt

Incidente in autostrada, camion perde il carico di tronchi: sei feriti e traffico in tilt

di Stefano Taglione
Le nostre iniziative