Il Tirreno

Empoli

Serie A

Il tecnico guarda al futuro. «Raccogliamo qualcosa, ma c’è molto da lavorare»

Mister Nicola
Mister Nicola

Il mister: «Sacrifici ed entusiasmo faranno la differenza»

28 gennaio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





«Abbiamo un sacco di lavoro da fare e siamo consapevoli di questo, ma stiamo già raccogliendo qualcosa». Non si scompone, non esulta, ma non può che essere contento Davide Nicola. E non solo per la mezza impresa di ieri a Torino contro la capolista, ma anche perché in due partite è riuscito a conquistare quattro punti che non solo mantengono vive le speranze di salvezza degli azzurri, ma rivitalizzano e rigenerano l’intero ambiente. «Abbiamo un sacco di lavoro da fare e siamo consapevoli, ma stiamo già raccogliendo qualcosa», sottolinea il tecnico azzurro al termine della sfida contro i bianconeri. «Abbiamo avuto due occasioni anche in undici contro undici – l’analisi del tecnico di Luserna San Giovanni –. Chiaramente dopo l’espulsione (di Milik, ndr) la partita è cambiata. Per noi era importante non concedere troppe ripartenze e non lasciare spazi tra le linee».

Con la Juventus spesso chiusa nella sua metà campo, a recuperare lo svantaggio è stato il colpo da biliardo di Baldanzi, messo a segno dopo una decina di minuti dal suo ingresso. «Baldanzi ha delle qualità, lui deve recuperare la miglior condizione fisica. Se ha questa testa dimostrerà le sue qualità. A me interessa la prestazione della squadra che può esaltare il singolo», commenta Nicola che non sembra farsi impensierire dalle voci di mercato che vedono avvicinare il fantasista azzurro alla Roma. «Io mi tengo stretto ogni giocatore di questa rosa perché mi stanno dimostrando senso di appartenenza e voglia di allenarsi. Siamo solo all’inizio e c’è da lavorare molto», aggiunge il tecnico. «Questo è un gruppo affiatato, che ha disponibilità al lavoro – conclude parlando della corsa salvezza –. Sarà difficile, ma la costanza di applicazione ed entusiasmo secondo me a lungo andare può fare la differenza».

Un approccio che secondo Baldanzi è frutto anche del lavoro svolto dal nuovo allenatore. «Il mister ci sta dando tanto soprattutto dal punto di vista mentale, speriamo di continuare così», sottolinea il fantasista autore della rete che ha permesso all’Empoli di tornare da Torino con un punto. «È un gol importante non per me, ma per tutta la squadra – commenta Baldanzi –. Non è stato un periodo facile per me, oggi (ieri, ndr) sono tornato e abbiamo fatto bene. Siamo felici. Segnare allo Stadium è una grandissima emozione, abbiamo portato via un punto sul campo di una delle squadre più forti del campionato», sottolinea il fantasista azzurro che prova anche a respingere le voci di mercato. «Sinceramente in questo momento non ci sto neanche pensando – dice –. Baldanzi con la testa è qua, poi ci penseranno i miei agenti e il club».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
La tragedia

Livorno, muore a 51 anni schiacciata con lo scooter fra due auto: chi è la vittima e la dinamica

di Stefano Taglione
Le nostre iniziative