Il Tirreno

Empoli

Trasferta per la salvezza

di Francesco Bartalini
Francesco Caputo
Francesco Caputo

Con il Cagliari mister Andreazzoli potrebbe ritrovare Caputo e Baldanzi in attacco. Finora fuori casa gli azzurri sono andati meglio. E con i sardi c’è un precedente

27 dicembre 2023
3 MINUTI DI LETTURA





EMPOLI. Non ha avuto troppo tempo per festeggiare il Natale l’Empoli quest’anno. La Serie A, infatti, non si ferma per le feste, con un calendario che vedrà gli azzurri scendere in campo anche questo fine settimana per una trasferta davvero delicata. Gli azzurri sono chiamati ad affrontare il Cagliari sabato pomeriggio alla Unipol Domus per uno scontro diretto che metterà in palio punti pesanti nella lotta per la salvezza.

Per non lasciare niente al caso, Luperto e compagni si sono ritrovati nella mattinata di Natale per la prima seduta di allenamenti di questa settimana alla Carlo Castellani Computer Gross Arena. Gli azzurri sono poi tornati al lavoro ieri pomeriggio, mentre da oggi a venerdì gli allenamenti saranno al mattino, con le ultime due sedute che si svolgeranno a porte chiuse. Il regalo perfetto da trovare sotto l’albero di Natale per mister Andreazzoli sarebbe senza dubbio il recupero di Francesco Caputo, assente nelle ultime due partite per un infortunio muscolare. Il tecnico massese ha sempre dichiarato di non voler forzare i tempi di recupero del bomber di Altamura, ma la sensazione è che l’Empoli farà di tutto per averlo nuovamente a disposizione. C’è da dire che l’attacco atipico schierato da Andreazzoli venerdì scorso contro la Lazio, senza una prima punta di ruolo fino all’ingresso in campo di Destro al posto di Maldini al 76’, ha comunque prodotto diverse occasioni e una buona mole di gioco, ma poter di nuovo contare su Caputo potrebbe dare a tutta la squadra quel qualcosa in più di cui adesso c’è davvero bisogno.

Oltre al rientro di Caputo, un regalo per tutti i tifosi potrebbe essere rivedere Baldanzi tra i titolari. Il fantasista classe 2003 ha messo minuti nelle gambe sia contro il Torino che contro i biancocelesti di Sarri e sta piano piano ritrovando il ritmo partita dopo essere stato fermo più di un mese per un problema alla caviglia. Con una settimana completa di lavoro in più insieme ai compagni, Baldanzi dovrebbe essere finalmente pronto per riprendere il proprio posto nell’undici iniziale. Avere sia Caputo che Baldanzi a disposizione sarebbe un ottimo biglietto di visita da presentare all’arrivo in Sardegna, assieme al fatto che finora l’Empoli ha messo più punti in cascina giocando lontano da casa che non davanti ai propri tifosi. I numeri parlano chiaro: mentre alla Carlo Castellani Computer Gross Arena gli azzurri hanno fatto 5 punti in 9 partite, nelle prime 8 trasferte hanno raccolto 7 punti, con una media di quasi un punto ogni 90’, merito anche dei successi ottenuti al Franchi e al Maradona contro Fiorentina e Napoli. Di contro, invece, il Cagliari ha fatto del suo quartier generale un fortino davvero solido. In questa prima parte di stagione, alla Unipol Domus i sardi hanno conquistato 11 dei 13 punti ottenuti fino a questo momento.

La speranza degli azzurri è quella di replicare quanto fatto durante l’ultimo Cagliari-Empoli, vinto per 0-2 dalla formazione anche allora allenata da Aurelio Andreazzoli grazie alle reti realizzate da Federico Di Francesco nel primo tempo e da Leo Stulac nella ripresa. Chiudere il 2023 su marce alte darebbe una grande iniezione di fiducia a tutto l’ambiente e a una squadra che adesso, dopo aver fatto vedere grandi passi avanti dal punto di vista del gioco e dell’atteggiamento contro la Lazio, vuole tornare a muovere la classifica per dare una sterzata decisa al proprio campionato.
 

Primo piano
Emergenza idrica

In Toscana manca l'acqua: dall'Elba alla Lunigiana, ecco tutti i progetti per non restare a secco

di Francesco Paletti
Le nostre iniziative