Il Tirreno

Empoli

Elezioni comunali 2024
Amministrative

Elezioni, a Empoli si va al ballottaggio: sfida tutta a sinistra tra Mantellassi e Masi

di Danilo Renzullo

	Alessio Mantellassi e Leonardo Masi
Alessio Mantellassi e Leonardo Masi

Per la prima volta il sindaco della città si decide al ballottaggio. Il candidato del Partito democratico si ferma ad un passo dal 50%

10 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





EMPOLI. L’exploit di Leonardo Masi frena il Partito democratico e costringe i dem al ballottaggio. Un clamoroso “secondo turno” delle amministrative perché per la prima volta nella storia della città la sinistra è costretta al ballottaggio. Con il centrodestra fuori dai giochi, saranno Alessio Mantellassi, candidato del centrosinistra (Partito democratico, Alleanza Verdi Sinistra, Azione e le civiche Questa è Empoli e Una storia empolese) e Leonardo Masi (Buongiorno Empoli, Siamo Empoli e Movimento 5 Stelle) a contendersi la fascia tricolore lasciata in eredità da Brenda Barnini. Una partita, il secondo turno, tutta a sinistra quella che attende Empoli tra due settimane. Il tutto per una manciata di schede. Un centinaio. Quelle che sarebbero bastate a Mantellassi per festeggiare al primo turno. L’ex presidente del consiglio comunale sfiora il 50%, ma si ferma ad un passo dal traguardo ottenendo ....voti, pari al...Masi supera invece il 19% e con voti...vola al ballottaggio con il centrodestra che, nel braccio di ferro tra Simone Campinoti e Andrea Poggianti, si annulla e non riesce a centrare l’obiettivo dichiarato: portare il centrosinistra al ballottaggio. A portarlo è invece Masi, forte di un pacchetto di voti che arriva soprattutto dalla due liste civiche (Buongiorno Empoli al ...e Siamo Empoli al...%, mentre il M5s si ferma al...). Con il Pd al...(meno 10% rispetto al 2019, prima della scissione di Renzi e della fuoriuscita di Calenda), Mantellassi ottiene voti.....
 

Elezioni, i risultati Comune per Comune 

«Gli empolesi hanno chiesto un’ulteriore riflessione – sottolinea Mantellassi poco prima della fine dello scrutinio –. La faremo, ma siamo soddisfatti che tanti hanno espresso forza alla nostra proposta. Siamo arrivati vicinissimi al 50%. Ora è il momento di continuare con la nostra proposta e noi siamo determinati a portarla avanti. Con cinque candidati e con i partiti che non son più al 40% il ballottaggio è normale. Ci viene chiesto un ulteriore sforzo, impegno e ascolto di quelle persone che non ci anno votato al primo turno. Parleremo con la città come e più abbiamo già fatto. Siamo trenta punti avanti all’altro candidato». Dialogo e proposte per Mantellassi, una «partita completamente» nuova per Masi. «Un risultato importante quello che abbiamo ottenuto – commenta –. Per qualcuno è clamoroso, ma noi ci speravamo e abbiamo lavorato tanto per ottenerlo. Adesso si apre una partita totalmente nuova in vista del ballottaggio. È una partita a due e si parte sullo 0-0. Una partita – conclude Masi – che può segnare la storia della città: chi da tempo vuole e cerca un vero cambiamento sa a chi rivolgersi ed ora ha l’occasione per concretizzarlo».


 

Primo piano
Incidenti stradali

Prato, perde il controllo della moto e si schianta contro un albero: morto a 49 anni