Il Tirreno

Empoli

Strutture ricettive

Castelfalfi, prenotazioni in crescita: «Vogliamo essere primi al mondo»

di Giacomo Bertelli
Castelfalfi, prenotazioni in crescita: «Vogliamo essere primi al mondo»

Nel weekend dello Spring Festival l’annuncio delle rinnovate ambizioni. Ci sarà un ampliamento della spa, previsti nuovi parcheggi, due suite e un ristorante nel castello La Rocca

24 marzo 2024
3 MINUTI DI LETTURA





MONTAIONE. È ripartita all’insegna di quasi 5mila presenze la stagione nella tenuta di Castelfalfi, in occasione dello Spring Festival. Una due giorni di eventi, rivolte a tutti, con particolare attenzione alle famiglie e ai bambini, che si concluderà nella giornata di oggi e che di fatto apre per il 2024 un nuovo corso per la proprietà indonesiana legata al mecenate Sri Prakash Lohia. La proprietà e tutta la squadra che lavora a Castelfalfi si è data un obiettivo: far diventare i 1100 ettari di questo territorio la prima destinazione al mondo.

Obiettivo che vedrà nel 2024 una svolta epocale per alzare l’asticella e raggiungere questo risultato. Anche in questi giorni testate di caratura internazionale, come il Times, hanno indicato questa ascesa. I lavori di rinnovamento e ampliamento della Spa, la realizzazione di nuovi parcheggi e di un centro congressi (lavori che in tal senso procedono spediti) , la creazione di 2 suite all’interno del castello’La Rocca’del valore più alto di sempre per Castelfalfi con la firma di un importante marchio sartoriale di lusso italiano e la riapertura fra pochi mesi dello stesso ristorante all’interno della Rocca, sono solo alcune delle novità che animano il 2024. Lo stesso amministratore delegato, Mounir Husseini, lo ha ripetuto anche durante la cerimonia con il taglio del nastro a Castelfalfi al sindaco di Montaione: «Abbiamo fatto di questo Comune e di questa tenuta la prima destinazione al mondo». Obiettivi ed investimenti che vanno di pari passo a uno scenario che, come spiegato dal direttore generale di Castelfalfi, Roberto Protezione, stanno già adesso facendo registrare segnali positivi e di incremento di prenotazioni, rispetto allo stesso periodo del 2023: «Abbiamo un 10% in più, come volume di richieste e pernottamento. Senza dimenticare che abbiamo innalzato le tariffe per inquadrare la nostra realtà in uno scenario mondiale per la qualità e quantità di quello che offre. A livello individuale e di gruppo, registriamo incrementi significativi su tutti i mercati, da quello europeo fino a quello americano. Quest’anno può essere letto ed intrapreso come un vero e proprio punto di svolta».

Non solo pernottamenti e tutti i servizi collegati, un ruolo forte e in ascesa gioca a Castelfalfi anche il comparto immobiliare, grazie a una proprietà che sta investendo per ristrutturare e vendere casolari e ville che sono già stati acquistati e prenotati da facoltosi imprenditori di tutto il mondo. Si tratta di Casa Medici eLa Pergola Casale. Anche questo mercato continua ad evolversi ed espandersi, facendo sì che i cantieri a Castelfalfi possano proseguire anche in piena stagione turistica e vacanziera. Castelfalfi guarda a livello mondiale e allo stesso tempo a livello locale per avvicinare più che mai le persone in questa realtà per farla conoscere. L’esperienza dei mercatini di Natale e dello Spring Festival è un esempio lampante, fortemente sostenuto dalla proprietà e dalla stessa amministrazione comunale di Montaione. Presente alla giornata inaugurale dello Spring Festival il sindaco di Montaione, Paolo Pomponi, e il vice Luca Belcari: «Dall’arrivo 3 anni fa della nuova proprietà dobbiamo dire grazie a Sri Prakash Lohia e Mounir Husseini, fautori, assieme a tutta la squadra di una crescita epocale della tenuta, senza dimenticare la Tui che in passato ha permesso a questo luogo di avere una storica ripartenza. Contiamo a breve di organizzare un incontro pubblico fra la cittadinanza e la proprietà per continuare assieme questo percorso di condivisione dei tanti progetti in cantiere». Legame con il territorio che si percepisce fortemente anche con la storia, dove è radicata la volontà della proprietà di proseguire nel progetto di raccolta e divulgazione di Castelfalfi.
 

Primo piano
Politica e soldi

Le elezioni europee sono un grande affare: ogni eletto intasca 1,2 milioni

di Mario Neri
Ciao Franchino