empoli
cronaca

La ex Walmar è passata di mano, sarà un polo per nuove imprese

Il capannone dell’ex Walmar di Certaldo

L’immobile di via Petriccio, che ospitava un’azienda di mobili, è stato acquisito da un gruppo francese


27 aprile 2022 Giacomo Bertelli


CERTALDO. L'ex azienda di mobili Walmar, che si trova alle porte di Certaldo, è pronta a tornare a nuova vita.

Nelle scorse settimane un gruppo francese ha perfezionato l'acquisto di questo immobile e adesso si attende il progetto di riqualificazione di tale edificio, per un suo rilancio sul territorio.

Il gruppo francese al momento non ha indicazioni chiare da dare, in quanto l'assemblea dei soci ad oggi non ha approvato alcun progetto. Fra le ipotesi vi è quella di dar vita ad un centro dove giovani imprenditori e startup possano trovare una nuova casa, in linea con progetti che tale gruppo ha promosso anche in altri paesi europei.

In via Pino Petriccio 267 da alcune settimane si intravedeva un continuo transitare di automobili, segno che qualcosa si stava muovendo davvero intorno all’edificio. La trattativa era cominciata a cavallo fra la fine del 2021 e gli inizi del 2022 e nelle scorse settimane ha trovato la sua definitiva stretta di mano fra le parti, con la chiusura dell’affare.

La Walmar, storica azienda del territorio, aveva chiuso i battenti da molti anni. Si trova fuori dall'abitato di Certaldo, lungo la strada che porta alla frazione del Fiano. Una zona atipica per essere considerata industriale, dove infatti trova sede un'altra azienda, tra l'altro eccellenza per il paese di Certaldo, come la Omec, specializzata nella progettazione e produzione di fresatrici per incastri su cassetti e mobili dal 1964. Adesso, in attesa che la nuova proprietà possa dare annunci ufficiali, fra le prime ipotesi che erano state ventilate, vi era quella di capire l'eventuale interesse da parte di soggetti, non solo del territorio, per promuovere idee e progetti.

Quella che è certo resta sicuramente la curiosità attorno a questo investimento che ha visto un gruppo francese sbarcare in Valdelsa e decidere di concentrare le sue attenzioni proprio a Certaldo, in piena campagna.

Per Certaldo simili progetti non sono comunque sconosciuti ma in passato non hanno stregato particolarmente il territorio. Basti pensare al progetto che vide in campo associazioni di categoria, Comune di Certaldo e Regione Toscana, per l'edificio di via XX Settembre, dove si dette vita ad uno spazio di coworking e dove startup per un anno avrebbero trovato spazio per far decollare le proprie idee a prezzi molto competitivi.

L'esperienza richiamò a Certaldo anche i vertici della Regione Toscana per toccare con mano le idee, le quali però rimasero alla fine in un cassetto, e videro gradualmente lo smantellamento di questo ambizioso progetto. Ciascuno infatti trovò difficoltà nel portare avanti le idee e progetti, per le quali vi fu un importante supporto anche da parte delle associazioni di categoria, soprattutto in ambito fiscale.

Adesso, alle porte di Certaldo, un capannone in disuso da tempo è pronto per tornare a nuova vita e come detto non è da escludersi nulla, in quanto occorre capire, anche in base ai regolamenti vigenti, quello che è possibile veramente fare in questa zona di campagna. In passato vi erano stati sondaggi anche da parte di altre aziende del territorio, ma i limiti ad esempio legati ai decibel di rumore consentiti dalla legge, avevano frenato i propositi degli imprenditori. Questo aveva portato a un abbandono che poi si è improvvisamente risolto con questa recente acquisizione dell’immobile.

Ancora niente di concreto sul progetto di trasformazione dell’ex Walmar, ma, come ci tiene a ribadire la proprietà, soprattutto in questo periodo veder smuovere qualcosa è sicuramente un messaggio positivo per tutto il territorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.