Il Tirreno

Empoli

certaldo 

Nel campo di calcio di Fiano riprendono gli allenamenti

Giacomo Bertelli
Nel campo di calcio di Fiano riprendono gli allenamenti

Dopo lo smottamento dei mesi scorsi la squadra locale è stata autorizzata a occupare una parte del terreno di gioco in attesa del definitivo via libera

30 agosto 2021
3 MINUTI DI LETTURA





Giacomo Bertelli

CERTALDO. In attesa di poter capire cosa è successo e se la somma sarà sostenibile dall’amministrazione comunale di Certaldo, il campo di calcio della frazione del Fiano torna a vivere. Dopo la frana che ha colpito l’impianto sportivo lo scorso 24 febbraio, adesso il comune, dopo aver posizionato una recinzione ed aver affidato un incarico ad un geologo, ha dato il via libera per poter riaprire l’impianto e consentire così alla squadra della frazione, il Fiano, che milita nel campionato di Terza Categoria, di potersi allenarsi in una porzione del manto gioco ancora intatta. Allenamenti che tra l’altro scatteranno proprio oggi.

È una importante novità e una ventata di ottimismo per lo sport dilettantistico ed amatoriale certaldese, da sempre attento a questa disciplina che porta molti giovani ad avvicinarsi al calcio non professionistico. La squadra del Fiano che poi giocherà il venerdì sera a Certaldo sul nuovo manto sintetico del “Sussidiario”, in attesa che vi possano essere novità dal campo di frazione. Nel 2018 è stato eseguito un intervento di ripristino della parte superficiale delle terre armate che registravano un abbassamento dovuto all’assestamento del terreno.

Nei mesi scorsi, la società che gestisce l’impianto aveva segnalato un nuovo abbassamento nella zona delle panchine. Perché i problemi comunque restano nel comune di Boccaccio in termini di spazi per potersi allenare e giocare. Il campo del Fiano permetterà alla squadra di frazione di allenarsi ma fin quando non tornerà ad essere agibile le squadre amatoriali, Agraria Ercolani, Polisportiva Certaldo e Gruppo Sportivo Boccaccio, saranno costrette a cercare altri impianti sportivi per poter ripartire, qualora il campionato Uisp dovesse scattare. Il campo di allenamento sarà il sintetico del “Sussidiario” dell’impianto di via Don Minzoni, la nuova casa del calcio a Certaldo, la quale, con l’apertura ai tempi del covid 19, non è stata ancora sfruttata a pieno regime.

Adesso, qualora la pandemia covid 19 non dovesse fermare nuovamente il pallone che rotola, l’impianto vedrà un massiccio impiego, fra prima squadra, settore giovanile e scuola calcio viola, oltre che squadre amatoriali e appunto il Fiano. Inoltre dalla serie D, sempre nei prossimi giorni, arriverà il San Donato Tavarnelle per due settimane di allenamenti. Un uso intenso degli spazi che sposta nuovamente l’attenzione sulle frazioni e in questo caso un ruolo importante, almeno in questa fase, lo giocherà il campo di Marcialla, dove il comune di Certaldo ha annunciato investimenti pari a 20mila euro per sopperire ai problemi del Fiano. Un campo che diventerà, almeno in questa stagione, la nuova casa degli amatori, i quali però stanno vagliando anche altre possibilità in impianti vicini, soprattutto nel senese, come Ulignano e San Gimignano. Prima ancora di cominciare a rotolare sono in corso grandi movimenti in casa Certaldo per il mondo del calcio che intanto lancia anche il suo appello, come quello che arriva dallo storico dirigente del Fiano, Alessandro Fedi: «Stiamo cercando giovani desiderosi di giocare perché la pandemia covid 19 ha fatto desistere molti adolescenti. Lo sport è coesione, integrazione e voglia di stare insieme e qui ci sono tutti gli ingredienti per divertirsi e giocare a calcio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Le ultime
Violenza domestica

Agrigento, accoltella la moglie e due figli e si barrica in casa: i bambini in rianimazione