Il Tirreno

Empoli

empoli 

Suolo pubblico gratis per bar, ristoranti, pizzerie e gelaterie

29 aprile 2021
2 MINUTI DI LETTURA





EMPOLI. L’amministrazione comunale di Empoli, con l’obiettivo di compensare la ridotta capacità ricettiva di esercizi pubblici e locali, causata dal rispetto delle misure di “distanziamento sociale” imposte per arginare il rischio da contagio da Covid-19, torna a proporre una misura di valenza eccezionale e temporale che riguarda l’occupazione di suolo pubblico.

A distanza di un anno, esattamente 11 mesi fa (28 maggio 2020) la giunta della sindaca Brenda Barnini dà il via a un provvedimento simile.

«Torniamo a dare la possibilità, attraverso alcune deroghe al disciplinare, agli esercizi pubblici come bar e ristoranti, ma anche alle altre attività commerciali artigianali, come pizzerie a taglio e gelaterie, di richiedere velocemente e gratuitamente l'utilizzo del suolo pubblico per installare tavolini, ombrelloni e dehors. Dopo l’uscita del nuovo decreto governativo abbiamo cercato di fare il più velocemente possibile – spiega l’assessore alle attività produttive Antonio Ponzo Pellegrini – per venire incontro all'esigenza di far ripartire e in sicurezza la vita della nostra città. Un segnale forte per tutti i commercianti che hanno subito un grave danno economico a causa di questa emergenza – prosegue –Sappiamo che per i commercianti la gestione interna dei locali è complicata, più facile invece negli spazi all’aperto: abbiamo pensato a una procedura semplice e concreta per dare al commercio la possibilità di lavorare e alle persone di stare insieme in sicurezza. Martedì abbiamo incontrato le associazioni di categoria per condividere il provvedimento, migliorare e rendere più snello il modulo della domanda. Saranno le stesse associazioni a parlare con gli imprenditori per spiegare come funziona. Per coloro che hanno già richiesto lo scorso anno la concessione e ripresentano quest’anno lo stesso tipo di domanda sarà tutto molto semplice. Non ci dimentichiamo di coloro che hanno poco o non hanno per nulla spazio esterno. Per loro – conclude l’assessore Ponzo Pellegrini– stiamo pensando a autorizzazioni per occupare spazi vicini o in aree limitrofe ai loro locali. Come lo scorso anno saranno valutate dagli uffici competenti le richieste per autorizzare temporaneamente modifiche alla viabilità come la chiusura di strade». —



Primo piano
L’analisi

Astensionismo in Toscana, da Berlinguer a Vannacci perché alle Europee si vota sempre meno

di Libero Red Dolce e Federica Scintu