Il Tirreno

Prime conferme per mister Citi I due Bartorelli e Remelli dicono sì

di Michele Falorni
Prime conferme per mister Citi I due Bartorelli e Remelli dicono sì

Appende gli scarpini al chiodo Leonardo Zoppi, Campisi va al Massa Valpiana

11 giugno 2024
3 MINUTI DI LETTURA





MONTESCUDAIO. In attesa di conoscere le date ufficiali d’inizio preparazione, i Colli Marittimi lavorano per allestire la rosa della prima squadra che parteciperà al campionato di Promozione e alla Coppa Toscana. Mister Gabriele Citi prende il posto in panchina di Diego Verdiani ed è contento perché «da calciatore – dice – ho giocato a Montescudaio e a Guardistallo, anni prima che la fusione creasse l’attuale società. Ho accettato volentieri la proposta, qui ritroverò alcune conoscenze come il mio vice Alessio Bilanceri e l’allenatore dei portieri del vivaio Paolo Danti, oltre a Massimo Magazzini che mi allenò a Guardistallo». Insomma, ex compagni di viaggio con cui ha passato tanti fine settimana. Se non ci saranno variazioni sulla tabella di marcia, il 12 agosto ci sarà l’incontro ufficiale allo stadio Florio Niccolai e la prima seduta di allenamento, dopo le strette di mano, le presentazioni negli spogliatoi e il discorso dei dirigenti. «Parte del gruppo storico – prosegue Citi – non proseguirà l’avventura con questa maglia, a partire da Leonardo Zoppi, che smetterà di giocare. Poi Riccardo Campisi militerà con il Massa Valpiana, avversario neopromosso e forte, e di conseguenza siamo già attivi con il direttore sportivo Alberto Lorenzini e Paolo Galleri per porvi rimedio. Ci sono però anche alcune risposte positive – conferma il nuovo allenatore colligiano – ad esempio i due centrocampisti Mattia Bartorelli e Marco Remelli e il difensore Alessio Bartorelli, conosciuti dagli appassionati, che possono ricoprire ruoli pure in altre zone del campo. Sarà una stagione impegnativa – sottolinea fin da subito mister Citi – se nella stagione 2023-2024 chiusa il mese scorso la competizione è stata evidente, nella prossima annata sportiva bisogna pensare che affronteremo formazioni come il Castelfiorentino e la Geotermica, retrocesse dall’Eccellenza, e appunto il Massa Valpiana, promosso dalla Prima Categoria: tutte realtà ben organizzate. Per quanto riguarda la composizione della prima squadra cerchiamo equilibrio tra esperti e volti nuovi, che soprattutto garantiscano presenza costante agli allenamenti». Il regolamento prevede il passaggio in Eccellenza per la prima classificata, i playoff dalla seconda alla quinta, retrocessione diretta per l’ultima e playout per le penultime quattro. In campo, da settembre, una sola quota invece di due: un calciatore nato nel 2005.

L’obiettivo della società è migliorare i 35 punti raccolti nel campionato da poco chiuso, comunque senza passare per la forca degli spareggi ma centrando la salvezza nei tempi giusti. Certo, ai biancoblù è mancata un poco di concretezza, perché quota 40 era alla portata e con qualche vittoria in casa in più si poteva raggiungere. Ma ora la società ha aperto un capitolo nuovo e guarda avanti. I dirigenti, come in passato, manterranno il bilancio sotto controllo, evitando spese alte. Dato che l’idea è rafforzare la rosa con i ragazzi delle giovanili rimanendo nei costi, è certo che i dirigenti e il mister valuteranno le capacità di alcuni Juniores provinciali. Nelle prossime settimane sapremo chi di loro sarà aggregato alla prima squadra, candidandosi per una maglia, forse già da titolare.


 

Primo piano
Il caso

Livorno, evade dal carcere delle Sughere: chi è e come è riuscito a scappare

di Stefano Taglione