Il Tirreno

È un Cecina da semifinale

di Alessandro Tabarrani
I giocatori del Cecina in festa dopo uno dei quattro gol messi a segno contro la Massese nei quarti di finale di Coppa Italia di Eccellenza (foto Cuffaro)
I giocatori del Cecina in festa dopo uno dei quattro gol messi a segno contro la Massese nei quarti di finale di Coppa Italia di Eccellenza (foto Cuffaro)

Trionfo rossoblù ai quarti di Coppa Italia contro l’ostica Massese. In tre minuti nel finale Rovini e Skerma ribaltano lo svantaggio

30 novembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





MASSA. Con un pirotecnico 3-4 lo Sporting Cecina espugna il Vitali e fa fuori la Massese dalla Coppa Italia di Eccellenza approdando alla semifinale del torneo.

Dopo una decina di minuti di studio, al primo tiro in porta i rossoblù passano in vantaggio grazie a una conclusione dalla lunga distanza di Carlotti che fulmina Paci. La Massese prova a reagire e al 20’ Buffa sfiora la rete con un tocco sotto che supera Barbanera ma che viene salvato sulla linea. Un minuto dopo ecco il pari con un calcio d’angolo di Fortunati sublimato ancora da Buffa che, sottomisura, trova il gol per gli apuani. La partita è aperta e sono tante le situazioni pericolose da una parte e dall’altra. Alla mezz’ora un tiro di Bonini a pochi metri dalla porta viene salvato in extremis dalla difesa ospite; pochi istanti dopo, sul successivo contropiede, Paci è bravo ad uscire dalla sua area chiudendo lo specchio a Skerma. Al 35’ il Cecina torna in vantaggio con lo stesso Skerma che batte il portiere bianconero nei pressi dell’area di rigore. L’estremo difensore apuano è poi bravo due minuti dopo ad evitare la terza rete, impegnato ancora dal numero 9 rossoblù.

Nella ripresa la Massese si getta alla ricerca del pari che riesce a trovare al 10’ con un colpo di testa di Cornacchia, ben imbeccato da Andrei. Cinque minuti dopo i bianconeri trovano addirittura il sorpasso ancora grazie a Buffa che, in area, approfitta di una situazione di confusione saltando anche il portiere e depositando in rete. Al 18’ la Massese potrebbe chiudere la gara di nuovo con lo scatenato Buffa che, solo davanti al portiere ospite, viene anticipato di un soffio da un difensore prima di concludere a rete. Per i bianconeri la sensazione è quella di poter controllare la gara ma, al 34’, il Cecina riesce a trovare la rete del 3-3 con un gran gol di Rovini che in mezza rovesciata non lascia scampo a Paci.

È la doccia fredda per i padroni di casa che accusano il colpo: tre minuti dopo il Cecina trova il definitivo vantaggio nuovamente con Skerma che approfitta di un errore di Marchini battendo l’estremo difensore bianconero in piena area. La partita praticamente finisce qua, con la Massese che non riesce più a rendersi pericolosa.


 

Primo piano
Emergenza idrica

In Toscana manca l'acqua: dall'Elba alla Lunigiana, ecco tutti i progetti per non restare a secco

di Francesco Paletti
Le nostre iniziative