Il Tirreno

Il racconto

Rosignano, s’intrufola sul terrazzo di casa in pieno giorno poi ruba banconote e un anello

di Claudia Guarino
Rosignano, s’intrufola sul terrazzo di casa in pieno giorno poi ruba banconote e un anello

Baia del Quercetano, il racconto della proprietaria: «Abbiamo le telecamere e ci siamo rivolti alle forze dell’ordine»

30 maggio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





ROSIGNANO. Che gli fossero spariti un anello e 500 euro se n’è accorto subito. Così come si è accorto del fatto che qualcuno, dalla spiaggia, fosse salito in terrazza per mettere a segno il colpo. «Le telecamere di videosorveglianza hanno ripreso tutto. E ho chiamato i carabinieri. Speriamo che riescano a trovare il responsabile che, peraltro, ha agito a volto scoperto». A raccontare questa storia è la proprietaria del Belvedere loft, un appartamento sulla Baia del Quercetano che d’estate viene affittato ai turisti. «È una vergogna», dice. Ma andiamo con ordine.

La terrazza

Sono circa le 13, 30 di martedì scorso e sulla terrazza vista mare dell’appartamento ci sono un borsino e alcuni oggetti. «Erano di un amico – racconta la proprietaria –. L’aveva lasciati lì per pochi minuti. Il tempo di andare a fare una doccia. Ma quando è tornato ha visto che mancava qualcosa. Ed esattamente un anello e 500 euro». A quel punto la proprietaria ha estrapolato i filmati delle telecamere di videosorveglianza di cui l’appartamento è dotato in modo tale da capire che cosa esattamente fosse successo.

«È salito dalla spiaggia»

«Si vede un uomo a volto scoperto che, dalla spiaggia, sale sulle scale e raggiunge la terrazza. Una signora, peraltro, mi ha detto di averlo visto aggirarsi in zona e che si sarebbe poi allontanato in direzione dei bagni». La proprietaria, chiaramente, si dice amareggiata e dispiaciuta per quanto accaduto l’altro giorno al Quercetano. «Chi ha preso soldi e anello deve essersene andato nel momento in cui ha capito che il mio amico stava tornando. E meno male che non è riuscito a prendere altro. Da tutto ciò si deduce che bastano cinque minuti di distrazione per essere derubati. Non è possibile. Spero che i carabinieri, a cui abbiamo fatto la segnalazione e a cui il mio amico dovrà poi perfezionare la denuncia, riescano a identificare quest’uomo».

I precedenti

Del resto questo non è l’unico colpo che viene messo a segno ultimamente nelle zone di Castiglioncello e Rosignano. Anzi, da fine marzo a ora di furti negli appartamenti, a Castiglioncello, ce ne sono stati parecchi. Nelle ultime due settimane, per esempio, è capitato in via Brenta e in via dei Macchiaioli. E alla fine di marzo è successo anche in via Derna e in via Tevere. Nell’ultimo caso i ladri sono entrati in casa forzando una delle porte finestre per poi aprire una cassaforte con la mola e fuggire coi gioielli. Tutti colpi, questi, messi a segno di giorno su cui ha iniziato a lavorare la polizia del commissariato di Rosignano Solvay. Poi ci sono state le razzie effettuate all’interno dei ristoranti: al ristorante del Tennis in pineta Marradi, al ristorante I Pungenti e al Fito, in zona castello Pasquini, per esempio. E in questi casi carabinieri e polizia, anche grazie ai filmati delle telecamere di videosorveglianza, sono riusciti a identificare e denunciare per furto aggravato in concorso due giovani, un 23enne e un 33enne di origini straniere e senza fissa dimora.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
Incidenti stradali

Prato, perde il controllo della moto e si schianta contro un albero: morto a 49 anni