Il Tirreno

Controlli

Rosignano, rubano le borse dall’auto in sosta alle spiagge bianche: scoperti e denunciati due giovani


	Una veduta aerea delle spiagge bianche
Una veduta aerea delle spiagge bianche

Presa di mira la Bmw di una turista: i malviventi hanno spaccato il vetro e sono entrati in azione

27 aprile 2024
2 MINUTI DI LETTURA





ROSIGNANO. Hanno spaccato i vetri dell’auto in sosta e hanno portato via due borse. Ma sono stati scoperti dalla polizia mentre cercavano di prelevare con uno dei bancomat rubati e sono stati denunciati a piede libero per ricettazione e indebito utilizzo di carte di credito rubate.

L’episodio

È successo tutto lo scorso 9 aprile. Intorno alle 14 qualcuno si è accanito su una Bmw con targa tedesca parcheggiata alle Spiagge Bianche. «Mi ero allontanata solo 20 minuti – ha raccontato alla polizia la proprietaria della macchina, che era in vacanza a Rosignano con la figlia – e quando sono tornata ho trovato i finestrini rotti e l’auto messa a soqquadro». I ladri hanno preso dall’auto due borse con dentro mille euro in contanti, un cellulare, documenti vari, bancomat e occhiali da sole. La donna, d’altra parte, è andata al commissariato di Rosignano a sporgere denuncia.

Scoperti

Gli agenti della squadra Volante mentre stavano andando alle Spiagge Bianche hanno notato un uomo impegnato a effettuare un’operazione a uno sportello bancomat lungo la Via Aurelia di Rosignano Solvay. A pochi metri di distanza da lui c’era una donna che si guardava intorno. Ritenendo l’atteggiamento dei due eccessivamente nervoso, i poliziotti hanno deciso di effettuare un controllo da cui è emerso che l’uomo aveva due carte, risultate poi essere quelle rubate dalla Bmw. Un successivo controllo in zona, effettuato da altro personale del commissariato, ha consentito di ritrovare le due borse prelevate dall’auto, che erano state nascoste sotto una macchina nel parcheggio della Coop, dalle quali mancava il solo denaro contante. Le due persone controllate, una 33enne e un 25enne con a carico precedenti per reati contro il patrimonio, sono stati denunciati a piede libero per ricettazione e indebito utilizzo di carte di credito rubate, mentre il materiale trovato è stato restituito alla legittima proprietaria.
 

Le ultime
Violenza domestica

Agrigento, accoltella la moglie e due figli e si barrica in casa: i bambini in rianimazione