Il Tirreno

Telecomunicazioni

Nibbiaia, stop all’isolamento: nuova antenna entro l’estate

di Gabriele Buffoni
Una veduta panoramica della frazione di Nibbiaia, nel comune di Rosignano Marittimo
Una veduta panoramica della frazione di Nibbiaia, nel comune di Rosignano Marittimo

Avviato l’iter per installare una stazione radio base al cimitero

24 marzo 2024
3 MINUTI DI LETTURA





ROSIGNANO. Una nuova stazione radio base – l’impianto cioè necessario a generare il segnale per la telefonia – sarà installata nell’area di Nibbiaia. Più precisamente, la zona individuata dalla ditta Cellnex Italia spa (uno dei principali operatori europei di infrastrutture di telecomunicazioni wireless) è un’area in via Saffi, alle spalle del cimitero comunale della frazione, dove oltre alle infrastrutture della Cellnex sarà installata anche l’antenna di proprietà di WindTre spa per la generazione vera e propria del segnale telefonico.

La richiesta di autorizzazione per il vincolo idro-geologico è arrivata sul tavolo degli uffici del Comune di Rosignano Marittimo solo negli ultimi giorni. «Ma la attendevamo da tempo – assicura il sindaco Daniele Donati – fin dallo scorso dicembre, quando abbiamo eseguito anche con i nostri tecnici i sopralluoghi necessari a individuare la zona più adatta all’installazione di questa importante infrastruttura».

La realizzazione di questa antenna risolverebbe un problema annoso e quanto mai importante per la frazione di Nibbiaia. I cui abitanti da tempo hanno sollevato la questione portandola a più riprese anche all’attenzione del consiglio comunale: la mancanza di segnale telefonico infatti ha sempre costituito un problema anche per le chiamate di emergenza tra cui quelle con il personale del 118. Solo pochi giorni fa una nuova raccolta firme – che ha ottenuto circa 120 adesioni in soli 4 giorni – è stata presentata dai cittadini ai consiglieri grazie all’intercessione dei gruppi consiliari Rosignano nel Cuore e Movimento Cinque Stelle, sottolineando i due principali problemi del paese: la mancanza appunto di segnale telefonico e i continui sbalzi di tensione della corrente elettrica che a più riprese hanno provocato danni anche importanti agli elettrodomestici nelle abitazioni della frazione. Ma queste lamentele da parte dei residenti vanno avanti da anni, al punto che già nel 2019 fu votata e approvata dalla maggioranza, proprio sul tema annoso dell’isolamento telefonico di Nibbiaia, una mozione che impegnava l’amministrazione a risolvere il problema. Fino a oggi però di soluzioni all’orizzonte non se ne erano viste. Con la situazione che è andata solo aggravandosi dopo il grave episodio di maltempo dello scorso 2 novembre.

«A dicembre – racconta il sindaco Donati – avevamo ricevuto l’interessamento da parte di questa società per l’installazione di questa stazione radio base a Nibbiaia per cui, con i nostri tecnici e i loro esperti, avevamo fatto un primo sopralluogo. L’area individuata – spiega – permetterebbe una diffusione del segnale non solo in tutta la frazione di Nibbiaia ma anche nella zona vicina che si allunga verso Chioma. Per cui risulta un punto particolarmente buono sotto il profilo strategico anche per gli interessi dell’azienda. Da allora attendevamo la formalizzazione della loro richiesta – conclude – e finalmente in questi giorni si aprirà l’iter per procedere con le varie autorizzazioni». I tempi non saranno lunghi. «In base alle tempistiche che ci ha comunicato in quell’occasione l’azienda – dichiara Donati – il progetto è di installare e mettere in funzione la stazione entro l’estate». Mentre per quanto riguarda gli sbalzi di tensione della corrente elettrica «ho scritto a Enel – conclude – ma per le vie brevi mi hanno già risposto assicurandomi di aver risolto il problema: ovviamente monitoreremo affinché non si ripresenti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Le ultime
Pianeta scuola e università

Ferrari, Don Abbondio e colesterolo: cosa c’è nel test di Medicina e quando usciranno i risultati