Il Tirreno

Aziende informano

Isola Spa: da oltre 30 anni nel commercio di materie prime

Isola Spa: da oltre 30 anni nel commercio di materie prime

30 aprile 2024
4 MINUTI DI LETTURA





Nel tessuto dell’economia circolare italiana, un nome spicca per il suo impegno trentennale nella promozione della sostenibilità ambientale e nell’ottimizzazione delle risorse. Isola Spa, fondata nel lontano 1989 a Lucca da Luigi Isola, ha saputo trasformarsi in un punto di riferimeanto nella filiera del riciclo di carta da macero e plastica recuperata, contribuendo attivamente alla realizzazione degli obiettivi del Green Deal Europeo.

Isola Spa rappresenta l’anello di congiunzione tra gli impianti di riciclo e il tessuto produttivo. È nata con l’obiettivo di soddisfare le esigenze delle cartiere locali, ma la continua apertura nella ricerca dei mercati le ha permesso di abbracciare una visione globale del settore, consentendole di commercializzare materia prima per cartiere sia in Europa che a livello internazionale, senza mai trascurare il mercato italiano, da sempre al centro delle attenzioni dell’Azienda.

La profonda conoscenza delle varie tipologie di macero e delle materie plastiche, sviluppata negli anni, e la capacità di coinvolgere attivamente gli stakeholder lungo tutta la catena del valore, costituiscono i pilastri dell’attività, grazie ai quali l’azienda ha potuto raggiungere traguardi significativi. Successi raggiunti anche grazie alle collaborazioni ormai storiche intessute con numerosi impianti di recupero, e alla rete commerciale sviluppata con le aziende consociate, che si contraddistinguono per innovazione e qualità dei processi produttivi. Tra le ultime affiliazioni si ricordano Italmacero Srl (che ha recentemente acquisito Isola Spa: da oltre 30 anni nel commercio di materie prime l’impianto di selezione plastica ex Ecoplast), Fini Servizi Ambientali Srl e Marchesini Srl, per un totale di circa 250 dipendenti impiegati nelle aziende partecipate.

La reputazione di Isola Spa è tale grazie anche al contributo delle risorse umane che ne fanno parte. L’azienda promuove una cultura basata sulla condivisione delle competenze e sull’impegno collettivo verso obiettivi comuni. Questo spirito di collaborazione si riflette nei risultati tangibili ottenuti dall’organizzazione e nella soddisfazione degli stakeholder esterni.

Oltre ad offrire una rete commerciale totalmente customer oriented, Isola Spa fornisce un servizio di logistica nazionale ed export integrati ed altamente specializzati. La qualità del servizio e l’impegno costante nel miglioramento dei processi, insieme al rispetto di rigorosi standard ambientali, sono garantiti da un sistema di gestione integrato conforme alle norme UNI EN ISO 9001:2015 e 14001:2015, e dalla qualifica di AEO – Operatore Economico Autorizzato. Grazie ai suoi punti di forza, l’azienda riesce a veicolare la raccolta ed attuare una redistribuzione sul territorio in modo consapevole e sostenibile. Isola Spa si propone pertanto come attore indispensabile nella filiera del riciclo di carta da macero e plastica recuperata, e testimonia come sia possibile creare valore nel rispetto di più ampi obiettivi legati a sostenibilità e ambiente.

L’impegno sul territorio

Isola da sempre si è distinta per l’attenzione al territorio che la ospita e per l’impegno sociale: lo dimostrano le numerose iniziative portate avanti negli ultimi anni, come l’acquisto e la successiva donazione di un terreno destinato alla costruzione di un asilo nido, le donazioni in favore degli ospedali durante la pandemia e la collaborazione effettuata con Treedom, che ha consentito la piantumazione di foreste in Asia, Africa, Sud America, portando beneficio alle popolazioni locali. L’ultimo progetto, con orientamento sociale, ha avuto come oggetto la costruzione di una Vespa Sidecar attrezzata per disabili. L’importanza di aderire a modelli di sviluppo ecologici sostenibili ha portato di recente Isola Spa a realizzare la nuova sede all’interno di un progetto di riqualificazione totale di un’area totalmente abbandonata, orientandosi su scelte volte a ridurre l’impatto ambientale, e adeguandosi alle più recenti disposizioni in materia di risparmio energetico, ottenendo la certificazione A4, considerata la più performante.

Alcuni dati sulla raccolta

In Italia, carta e cartone costituiscono il 20% del totale della raccolta differenziata proveniente da rifiuti urbani, rimanendo così la principale frazione tra quelle raccolte. È evidente che il recupero della carta possa fare la differenza. Recuperando una tonnellata di carta, è possibile salvare tre alberi, ognuno alto 20 metri. Questo non solo riduce la deforestazione, ma contribuisce anche a minimizzare lo spreco di energia.

L’Italia si trova già in linea con gli obiettivi stabiliti dall’Unione Europea, avendo raggiunto il target di riciclo degli imballaggi cellulosici fissato per il 2025 già dal 2020. La carta da macero gioca quindi un ruolo fondamentale nell’economia circolare italiana. Questo materiale può essere raccolto, riciclato e reimpiegato nella produzione di nuovi beni. Vediamo come funziona: La carta raccolta viene conferita agli impianti di selezione e valorizzazione. Qui, esperti lavorano per separare la carta da altri materiali e prepararla per il riciclo. Dopo la selezione, la carta viene trasformata in materia prima. Questa materia prima viene poi inviata alle cartiere, dove verrà utilizzata per produrre nuovi prodotti di carta.

La carta da macero non è più un rifiuto, ma una risorsa preziosa per l’economia circolare. Salvare alberi, ridurre la deforestazione e promuovere il riciclo sono obiettivi reali, concreti e condivisibili.

www.isolaspa.it

Le ultime
La macabra scoperta

Orrore tra gli scogli, una neonata trovata morta dentro uno zaino

Cinema in Toscana