Il Tirreno

Aziende informano

Macchinari e accessori per calzatura e pelletteria: con Fides sei al sicuro

Macchinari e accessori per calzatura e pelletteria: con Fides sei al sicuro

L'azienda è presente anche nei settori calzature sportive e per il tempo libero, e calzature per uomo

30 gennaio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Prezzi competitivi, tempestività nelle risposte e nelle consegne, disponibilità nel risolvere problemi, assistenza meccanica sui materiali, magazzino ben fornito e consegna a domicilio praticamente a ogni ora. Sono questi i punti di forza di Fides Industries srl di Castelfranco di Sotto, nata negli anni 60 a due passi dal centro storico per volontà di Fabio Banti e Wladimiro Vanni e oggi giunta alla seconda e terza generazione.

Fides è punto di riferimento per macchine e accessori del comparto calzatura e pelletteria: dall’ago al cannone, dalle “creme” da usare per le scarpe fino alla carta velina che si inserisce all’interno. Oggi a guidare l’azienda sono Luca Banti e Gionata Vanni, nell’ampia sede in via del Tiglio (sempre a Castelfranco di Sotto). «Ci rivolgiamo – spiegano i titolari – a calzaturifici, tacchifici, tomaifici e pelletterie, per il distretto, la Toscana e il resto d’Italia. Abbiamo rapporti sia con le aziende locali ma anche con le grandi firme che in questo territorio investono molto».

Ma come è cambiato il loro lavoro da quando Wladimiro e Fabio – la cui foto campeggia orgogliosa in sede – aprirono l’officina meccanica Fides? «I macchinari si sono evoluti, così come i materiali. Ed è aumentata la varietà dei modelli, mentre è stato posto un accento importante su tutto l’aspetto della sostenibilità; si pensi che anche la carta velina che viene inserita nelle scatole di scarpe deve essere sostenibile, oltre a tutti i solventi e i mastici che ora sono a base acqua. E in questo senso noi ci stiamo certificando per vendere solo materiali green, perché il mercato ci presta particolare attenzione».

Altro fattore importante è l’assistenza alle aziende su prodotti e macchinari, perché se un’attrezzatura si blocca oppure finiscono le scorte di quel determinato oggetto, la produzione non può fermarsi. E allora quelli di Fides si fanno in quattro per rispondere alle richieste, anche all’ultimo minuto. E questo viene particolarmente apprezzato dai clienti. L’ultimo punto di forza – ma non in ordine di importanza – è la versatilità, visto che tutti sanno fare più o meno ogni mansione. Fides – come detto – è giunta già alla terza generazione, perché Gianluca Banti e Mirea Vanni sono a lavoro nel capannone e a confrontarsi con le sfide del mondo attuale, le cui turbolenze non aiutano di certo.

Primo piano
La testimonianza

Firenze, parla Maria: «Così la polizia mi ha fratturato il naso durante il corteo, colpita al volto senza motivo»

di Danilo Renzullo
Le nostre iniziative