SCEGLI L'EDIZIONE
Un'arancia pulita contro la 'ndrangheta e i caporali

Andrea Rocchi

Un bracciante di Valle del Marro in un agrumeto confiscato alla 'ndrangheta
Viaggio in Calabria: borsa lavoro di Unicoop Firenze a sette braccianti che lavorano le terre confiscate alle cosche

23 aprile 2016


POLISTENA (REGGIO CALABRIA). C'è il potere. E ci sono i segni. Il potere è l'arroganza dei clan. Il controllo del latifondo, i caporali che rastrellano i neri, 10 ore di lavoro a 25 euro, un chilo di arance a 15 centesimi. È il frutteto e l'uliveto abbandonati dopo aver fregato i contributi Ue, è la truffa all'Inps dei falsi braccianti. È il capannone abbandonato, la strada mai finita, i ponti ...


Primo piano

La guida
Nuove (e vecchie) truffe online: come riconoscerle ed evitarle
di Sara Venchiarutti


Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 01954630495

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.