prato
cronaca

Per Papa Francesco sono attese trentamila persone

Papa Francesco in mezzo alla folla

Ecco cosa accadrà, dal punto di vista della mobilità, il 9 e il 10 novembre aPrato: tutti i percorsi off limits alle auto, i divieti, le difficoltà per i pedoni. E inoltre dove parcheggiare le auto


02 novembre 2015


PRATO. Ventiquattro ore di alta tensione: città rivoluzionata per l’arrivo di Papa Francesco. Tra divieti di sosta, strade interdette e transennate, aree off limits per motivi di sicurezza, ecco cosa accadrà il 9 e il 10 novembre. «Si tratta di misure - spiega il comandante della polizia municipale Andrea Pasquinelli - concordate nella riunione di venerdì scorso in Prefettura alla quale hanno partecipato anche gendarmeria e pubblica sicurezza vaticane».

L’arrivo. L’elicottero di Papa Francesco atterrerà all’interno dello stadio Lungobisenzio tra le 7,45 e le 7,50 di martedì 10 novembre. Sarà accompagnato da altri due elicotteri: uno per lo staff, l’altro per gli uomini del servizio di sicurezza. Ad attendere il Santo Padre, il sindaco Matteo Biffoni, il Prefetto Maria Laura Simonetti e il vescovo Franco Agostinelli. All’arrivo del Papa il vescovo salirà sulla Papamobile mentre il sindaco e il prefetto a bordo di un’auto, precederanno la Papamobile per arrivare in piazza Duomo in tempo per l’arrivo del Santo Padre.

Il percorso rosso. Lungo il tragitto che farà la Papamobile dallo stadio a Piazza Duomo sono attese - è la stima - almeno 30.000 persone. Il tracciato sarà tutto transennato, dunque al contrario di quanto diffuso in precedenza, gli esercizi, le edicole che si troveranno lungo il percorso potranno restare aperte. «Bisogna però che le attività facciano attenzione - è il consiglio di Pasquinelli - al carico e scarico che dovrà avvenire prima delle 5 di mattina dell’10 novembre perché successivamente gli accessi al percorso saranno bloccati» . La Papamobile percorrerà via Firenze, Ponte alla Vittoria, Piazza Europa, Viale Veneto, Piazza San Marco (prima sosta per salutare i malati), Viale Piave, Piazza delle Carceri (seconda sosta per salutare i giovani cattolici), Via San Bonaventura, piazza San Francesco (terza sosta per salutare i fedeli), via Ricasoli (transennata dal lato destro, dove c’è il bar Buonamici), Piazza del Comune (persone in piazza ma non davanti a Palazzo Pretorio), via Guasti (transennata a sinistra), via Muzzi (transennata da entrambi i lati) e Largo Carducci. Qui la Papamobile percorrerà un canale transennato da entrambi i lati fino ad arrivare al Duomo. La gente potrà sostare al di qua e al di là delle transenne. Sulla destra della Fonta del Papero si accederà in piazza Duomo da via Magnolfi e da via del Serraglio (passando da via della Sirena o da via del Filippino), sul lato sinistro da via Garibaldi e corso Mazzoni

Il percorso blu. Per ragioni di sicurezza e per le auto di servizio, è stato tracciato un percorso bis che non sarà transennato e che verrà utilizzato solo in caso di necessità. Ma che comunque creerà forti limitazioni alle circolazione. Il tracciato si snoda dallo stadio, per via Firenze, fino a via Matteotti, gira sul ponte di Mercatale, entra in piazza Mercatale tra il parcheggio e i giardini e procede lungo il tratto di piazza dalla parte di via Garibaldi che per l’occasione cambierà senso di marcia. Il percorso bis continua in via Santa Margherita (con cambio di senso di marcia), Canto alle Tre Gore per terminare in piazzetta Lippi. Off limits auto e pedoni in via Guizzelmi strada scelta per collocare le auto del servizio di sicurezza.

L'ARRIVO DI FRANCESCO, TUTTI I PEZZI

Divieti e limitazioni. Scatteranno dalle 14 di lunedì 9 novembre e proseguiranno fino alle 14 dell’10. Dalle 14 di lunedì 9 verrà istituito il divieto di sosta con rimozione forzata delle macchine lungo tutto il percorso rosso, quello della Papamobile. Alle 18 di lunedì 9 verranno collocate le transenne lungo tutto il percorso e verranno così bloccati gli accessi dalla strade che si immettono lungo il tragitto. Off limits alle auto il parcheggio di via Arcivescovo Martini (e quello di fronte tra le poste e gli uffici comunali) che sarà destinato alle auto di servizio dei malati che attenderanno il Pontefice in piazza San Marco. I cartelli di divieto verranno collocati 48 ore prima delle 14 di lunedì 9 novembre. Alle 5 del mattino di martedì 10 la zona di transito della Papamobile sarà assolutamente interdetta al traffico. Il percorso sarà aperto ai pedoni che però non potranno attraversare le strade transennate. Inoltre dalle 5 di martedì 10 le auto non potranno più entrare all’interno della cinta muraria (Porta Frascati, per esempio) ma sarà possibile uscire dal centro attraverso percorsi ad hoc.

Come muoversi. Il consiglio è quello di evitare l’auto o di parcheggiarla, in anticipo, fuori dalla zona dei divieti. In ogni caso: la Ztl larga (via Matteotti, piazza Mercatale, via Martini, via Veneto e via Tiziano) verrà chiusa al traffico per fasi successive: dalle 18 di lunedì 9 novembre acceso vietato ai non residenti, per i residenti il divieto scatterà alle 5 di martedì 10 (sarà permesso solo uscire attraverso itinerari precisi e segnalati).

I parcheggi e i bus. La macchina si potrà lasciare al Serraglio, in piazza del Mercato Nuovo, in piazzale Ebensee, in via Pomeria (piazzale Nenni e McDonald’s). Interdetta piazza Ciardi capolinea dei bus assieme a via Pomeria e all’incrocio tra via Valentini e via Ferrucci.

 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.